Rodolfo Viola

Rodolfo Viola nasce a Milano l' 8 agosto del 1937. La sua pittura attraversa le correnti dell’arte informale di quegli anni e fissa le implicazioni estetiche e filosofiche della sua ricerca nel manifesto universalista del quale è primo compilatore insieme a Franco Zeffirelli, Peter Maag, Carlo Mauri e Giuseppe Marotta. Le sue opere sono state ospitate nelle più importanti gallerie nazionali ed internazionali e fanno parte di collezioni pubbliche e private. Portano il suo nome tre monografie a firma dei critici Andrè Verdet, Silvio Ceccato, Pierre Restany.

Rodolfo Viola è stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti: la Repubblica di San Marino gli ha dedicato una serie di francobolli (dove figura come unico artista vivente al fianco di Botticelli, Guercino, Tintoretto), le sue marine sono diventate il simbolo dell’ American’s cup, un suo dipinto è stato scelto per la celebrazione del 6°centenario della fabbrica del Duomo. Questi sono solo alcuni degli avvenimenti che hanno consentito a Viola di diventare un protagonista del panorama artistico internazionale, ma non sono mai stati il veicolo della sua affermazione. Rodolfo Viola è Rodolfo Viola, per la purezza di intenti, il carattere dimostrato in 60 anni di entusiasmante pittura sempre fedele a se stessa e sempre nuova.